PARTECIPA AL SALVATAGGIO PEER-TO-PEER (P2P) DEI VIDEO DI AGORASTREA. INSTALLA WEBTORRENT ED AIUTACI A SALVAGUARDARE, PROTEGGERE E DIFFONDERE I NOSTRI CONTENUTI. PER DETTAGLI LEGGERE QUI http://agorastrea.dyndns.info/videos/607/operation-backup-agorastrea-2017/

ADVANCED SEARCH / RICERCA AVANZATA


THE TRAP. Cos’è successo ai nostri sogni di libertà

2532

0

About

The Trap. Cos’è successo ai nostri sogni di libertà

“La trappola, cosa è successo ai nostri sogni di libertà”, di Adam Curtis (BBC 2007).
The Trap è il più recente documentario diretto da Adam Curtis per la televisione pubblica britannica, mandato in onda in prima serata da BBC2 nel marzo 2007. Toccando temi come l’idea di democrazia, il libero mercato, la crisi della politica e la progressiva sovrapposizione dei programmi politici di destra e sinistra, The Trap indaga sui presupposti ideologici che ci spingono ad accettare un’idea di libertà molto strana. Dipingendo i nostri leader come vittime quasi inconsapevoli di una visione limitata dell’essere umano, il regista sostiene che non c’è niente di intrinsecamente sbagliato in noi e che è possibile costruire una società più giusta che non sia basata sul potere dei numeri e della paura.
Come nei precedenti “The century of the Self” (2002) e “The power of nightmares” (2004), Curtis indaga sulle ideologie che sono alla base del funzionamento della nostra società, con uno stile ironico e avvincente, per alcuni aspetti simile a quello di Michael Moore. Al di là del gusto di irridere il potere con ironia e sarcasmo, i due registi si differenziano in modo netto per l’uso del materiale di repertorio, che nel caso di Curtis occupa molto più spazio rispetto all’indagine sul campo del tipico reportage alla Moore.
Il regista britannico infatti fa un uso massiccio di filmati provenienti dagli archivi BBC, che abita per mesi come un inviato dall’interno del tubo catodico. Lo scopo delle sue incursioni archivistiche è evidenziare collegamenti fra eventi storici, idee e personaggi che sono entrati nello spirito di un’epoca in modo sotterraneo e silenzioso, e che ne hanno influenzato profondamente lo sviluppo. Anche se le immagini di repertorio sono la caratteristica distintiva del suo modo di lavorare, il risultato non è mai retorico né prevedibile. Infatti, anche quando Curtis utilizza una sequenza di un vecchio film di Hollywood, la citazione non è gratuita, ma contestuale e coerente. Questa sapienza di montaggio e reinterpretazione, ne fanno uno degli autori più interessanti dell’ultimo decennio, dotato di una capacità non comune di collegare elementi solo apparentemente distanti.
I filmati di repertorio, insieme alle interviste condotte dallo stesso regista e all’onnipresente voce narrante (sempre di Curtis), costruiscono un racconto tanto fluido e godibile da far pensare a una manipolazione di fantasia, ma le vicende raccontate dall’autore, sono sempre ampiamente documentate. Anche le interviste più condizionate dal montaggio riescono a chiarire le idee di consulenti governativi, scienziati, intellettuali e politici senza stravolgerne il significato e evidenziando sempre il contesto in cui sono state sviluppate.
L’esempio più illuminante del metodo seguito da Curtis è l’intervista a John Nash, il famoso matematico premio Nobel, che riconosce in prima persona gli aspetti problematici della propria teoria, sottaciuti dal film “A Beautiful Mind” dedicato alla sua vita. Anche in un caso tanto facile, Curtis non indugia sulla polemica, ma punta con coerenza sui problemi nati dall’applicazione della Teoria dei Giochi e prosegue collezionando fatti e idee che hanno modificato il nostro modo di concepire l’essere umano durante gli anni bui della Guerra Fredda.
L’originalità, l’ironia e le positive conclusioni di “The Trap” sono un antidoto indispensabile all’idea che l’essere umano sia condannato a una vita di sospetto e sotterfugi, a causa della propria incapacità di stabilire rapporti autentici con i propri simili e della spasmodica ricerca dell’autosoddisfazione dei propri desideri irrazionali.
FONTE
PARTE 1
http://www.disclose.tv/action/viewvideo/145347/The_Trap_Fuck_You_Buddy_BBC/
PARTE 2
http://www.disclose.tv/action/viewvideo/145348/The_Trap_The_Lonely_Robot_23_BBC/
PARTE 3
http://www.disclose.tv/action/viewvideo/145351/The_Trap_3_We_Will_Force_You_To_Be_Free_BBC/
https://vimeo.com/88325103
SRT:
https://sites.google.com/a/gianlucarossetti.org/subdocu/Home/Archivio-file/The.Trap.what.happened.to.our.dream.of.freedom.sub.ITA.zip?attredirects=0&d=1

tag-
teoria dei giochi

Share

Share

Add To

You must login to add videos to your playlists.

Comments (0)

or Register to post comments.

AGORASTREA

RACCOLTA FONDI 2017 TERMINATA. OBIETTIVO RAGGIUNTO. 15/GENNAIO/2017"..

RACCOLTA FONDI 2016/2017 TERMINATA POSITIVAMENTE
PER DETTAGLI E STORICO DONATORI ACCEDERE QUI. (REGISTRAZIONE RICHIESTA)

ADVANCED SEARCH / RICERCA AVANZATA


(CANALE AGORASTREA DI P. BARNARD) QUI .CANALE AGORASTREA DI P. BARNARD


SUPPORTA AGORASTREA CON UNA DONAZIONE IN BITCOIN A QUESTO INDIRIZZO

1BwWKDMAFypQw8AvRgfyRrN3wQezWjtxia

BITCOIN DONATION ADDRESS

1BwWKDMAFypQw8AvRgfyRrN3wQezWjtxia

QUESTO SITO VIVE ESCLUSIVAMENTE GRAZIE AD UNA RACCOLTA FONDI ANNUALE.

OGNI ANNO, A GENNAIO, DEVONO ESSERE RACCOLTI BITCOIN PARI LA CIFRA DI 1200 EURO PER PAGARE IL SERVER DI AGORASTREA.

POTETE EFFETTUARE UNA DONAZIONE SEGUENDO LE ISTRUZIONI CHE TROVERETE CLICCANDO QUI.

POTETE CONTROLLARE IN TEMPO REALE IL SALDO (Current Balance) E LO STORICO TRANSAZIONI DEL PORTAFOGLIO (WALLET) IN BITCOIN DI "AGORASTREA" CLICCANDO QUI.

SE AVETE DUBBI O DOMANDE DA FARE RIMANIAMO A DISPOSIZIONE QUI .
DONAZIONE AGORASTREA


POSIZIONI DI BARNARD SULLE DONAZIONI

AUDIO CONFERENZA

SOCIAL NETWORK

SITI CONSIGLIATI


PAOLOBARNARD.INFO
MOTORE DI RICERCA "DUCKDUCKGO"

"NON ERAVAMO I PIIGS. TORNEREMO ITALIA." - PROGRAMMA ME-MMTDI SALVEZZA ECONOMICA PER IL PAESE

DOWNLOAD PDF

SCARICA I CONTENUTI DI AGORASTREA

ESTENSIONE PER FIREFOX
ESTENSIONE PER CHROME

BLOCCA LE PUBBLICITA' SU INTERNET

EVITA DI VISUALIZZARE LE PUBBLICITA' SU SITI CHE NON SE LO MERITANO. UTILIZZA "ADBLOCKPLUS"

(CANALE AGORASTREA DI P. BARNARD) QUI .CANALE AGORASTREA DI P. BARNARD