AGORASTREA MANIFESTO

ADVANCED SEARCH / RICERCA AVANZATA


Feross Aboukhadijeh e la sua creatura: WebTorrent

632

0

About

oseido

By: oseido

Date Uploaded: 02/17/2017

Tags: webtorrent   Feross Aboukhadijeh   internet decentralizzato  

Il Giovane Laureato Feross Aboukhadijeh e la sua creatura: WebTorrent. Una rivoluzione senza precedenti per lo streaming audio/video su internet. - Dato alla luce da un giovane laureato di Stanford, sfrutta JavaScript per visualizzare i video ed il protocollo WebRTC per far transitare i dati. Rappresenta quanto di piu' futuristico e decentralizzato in ambito streaming online di contenuti. E' un modo per far viaggiare contenuti multimediali più velocemente e "alleggerire" il carico dei server e dei content delivery network di tutto il mondo. E, a ben vedere, non si tratta affatto di un progetto campato in aria: affiancando le potenzialità e la struttura del protocollo torrent alla versatilità dei web browser è possibile "trasmettere" film e programmi televisivi in Rete sfruttando il peer-to-peer. Questo, infatti, l'obiettivo che si pone lo sviluppatore Feross Aboukhadijeh con il suo progetto WebTorrent. Che cos'è WebTorrent Progetto nato nel gennaio 2014 dalla mente di Feross Aboukhadijeh, sviluppatore con una laurea in Scienze informatiche a Stanford, WebTorrent si pone l'obiettivo di implementare le funzionalità del protocollo Torrent all'interno di qualunque browser web oggi esistente. Nello specifico, Aboukhadijeh intende creare un protocollo che si integri nella struttura di quelli già utilizzati e che non richieda l'installazione di alcun plugin o estensione nel proprio browser. In questo modo sarà sufficiente visitare un portale che supporta la teconoligia WebTorrent per entrare a far parte di una rete peer-to-peer dedicata allo streaming di contenuti multimediali. FOTO Feross Aboukhadijeh Realizzato in JavaScript, il protocollo WebTorrent può portare notevoli vantaggi al settore delle web TV; della TV on demand, ma anche e soprattutto per permettere a qualunque cittadino dotato di computer di effettuare uno streaming di file audio/video senza doversi appoggiare a server di terze parti che abbisognano di spazio disco e banda internet molto costosi. In pratica, WebTorrent fa evolvere la rete "Torrent", la quale fino ad oggi necessitava dell'installazione di un Client Torrent sui computer per scaricare e successivamente visionare i contenuti scaricati. Webtorrent invece funziona direttamente dal browser di navigazione (ed i contenuti possono essere fruiti mentre si stanno scaricando). Non necessita di installare alcunche' e permette di condividere la banda internet con gli altri utenti mentre si sta visionando un filmato. In pratica sovverte l'attuale sistema della fruizione di contenuti, i quali mettono in difficolta' i grossi server in relazione al grande numero di richieste. WebTorrent Ribalta la situazione, e funziona in maniera egregia proprio quando il numero di utenti che sta visionando contemporaneamente lo stesso contenuto aumenta. Attraverso la tecnologia WebTorrent Chiunque puo' diventare un erogatore di contenuti, e con la minima spesa di un pc (anche datato), una linea internet standard ed un browser internet. Esiste anche un client di webtorrent, il quale mantiene i file scaricati e permette (una volta avviato) di condividere un po' della propria banda internet con gli utenti che visioneranno i contenuti scaricati in precedenza. Provate a scaricare ed installare webtorrent da qui https://webtorrent.io/desktop/ e dopo andate su "File" , "open Torrent Address" ed incollateci il link sotto ( comincia con magnet:? ) magnet:?xt=urn:btih:2f47fe2a451e59ad6bfadc81711a5dbbaf63c067&dn=PAOLO+BARNARD%3A+THE+OTHER+TERRORISM+-+ITALIAN+DOCUMENTARY+-+2003+-+ENGLISH+SUBTITLE+2017+FROM+AGORASTREA.mp4&tr=wss%3A%2F%2Ftracker.btorrent.xyz&tr=wss%3A%2F%2Ftracker.fastcast.nz&tr=wss%3A%2F%2Ftracker.openwebtorrent.com Se invece volete soltanto guardare in streaming il contenuto, cliccate ad esempio con un browser al link sotto ed attendete alcuni minuti. https://instant.io/#2f47fe2a451e59ad6bfadc81711a5dbbaf63c067 Se opterete per utilizzare il browser, sappiate che fintanto lo terrete aperto col file in visione, diverrete parte della rete e metterete un po' della vostra banda internet in upload in condivisione con gli altri utenti (In gergo tecnico diventate dei NODI della rete). Maggiore risultera' il numero di nodi che compongono la rete WebTorrent p2p (peer-to-peer) e più elevata sarà la fluidita' dello streaming dei vari client (utenti) connessi in quel momento. Come funziona WebTorrent (Spiegazione Tecnica): Sono due gli elementi necessari al funzionamento dello streaming via WebTorrent: il client in JavaScript realizzato da Aboukhadijeh e il supporto al protocollo WebRTC. Schema di funzionamento di WebTorrent Il "client (programma)" è la "porta" che consente agli utenti di interfacciarsi con il mondo Torrent e vedere i contenuti in streaming grazie alla rete peer-to-peer. Una volta implementato all'interno del codice sorgente del proprio sito – un'operazione elementare alla portata di qualunque web master che abbia dimestichezza con il JavaScript – il client WebTorrent si occupa di visualizzare i contenuti multimediali e regolare il "flusso" di traffico generato dal collegamento p2p. Tutto ciò che l'utente – o il gestore del sito – dovrà fare sarà fornire un file torrent (o il link a contenuti peer-to-peer) che possa essere scaricato e condiviso anche da altri nodi della rete. WebTorrent Come utilizza WebRTC? Il protocollo WebRTC e' un "ponte" comunicativo che consente lo scambio di dati tra i vari nodi (server, computer, devices connessi) della rete p2p. Ideato da Google (SIC..ndr) e rilasciato sotto codice sorgente opensources, fu ideato per videochiamate e comunicazioni audiovideo sul web (nella fattispece fu creato per il sistema HangOut di G00gl3). WebRTC è perfetto per gli scopi che Aboukhadijeh si è prefisso di raggiungere con il suo WebTorrent. Questo protocollo VoIP, infatti, si compone di API che consentono di stabilire connessioni p2p e scambiare dati multimediali tra i nodi della rete "paritaria". In questo modo gli utenti di una rete WebTorrent possono scambiare tra di loro dati multimediali senza dover fare riferimento a server o reti di distribuzione centralizzati (Vedi AGORASTREA). Il futuro di WebTorrent Anche se al momento il protocollo per lo streaming peer-to-peer è ancora in fase di sviluppo e perfezionamento, sono già diverse le realtà del web che si sono interessate al suo funzionamento. Nell'aprile 2015 Netflix ha pubblicato, sulle pagine del suo sito statunitense, un annuncio di lavoro per esperto WebTorrent: è evidente che il servizio di streaming online sia molto interessato alla nuova tecnologia ideata da Aboukhadijeh. Allo stesso modo, però, anche YouTube e gli altri servizi di streaming online (come Deezer e Spotify, ad esempio) potrebbero essere interessati al protocollo peer-to-peer per ridurre la loro dipendenza da server web e servizi di content delivery network. In questo modo, i contenuti multimediali (video o audio non fa alcuna differenza) avranno una qualità migliore proprio nelle ore di picco, quando il numero di utenti connessi è maggiore rispetto alla media giornaliera, contrariamente a ciò che accade oggi, in cui le ore di picco sono caratterizzate da un generale rallentamento delle velocità di navigazione. Futuro di WebTorrent Allo stesso modo, pero', WebTorrent potrebbe interessare anche progetti no profit molto attivi sul web. Lo stesso Aboukhadijeh porta gli esempi di Wikipedia e Internet Archive, che potrebbero sfruttare la rete p2p per ridurre la banda utilizzata quotidianamente e i costi di hosting affidando agli stessi internauti dei "pezzi" dei loro contenuti. Quelli più popolari e visitati con maggior frequenza potrebbero essere affidati alla rete "paritaria" del peer-to-peer, mentre i contenuti visitati con minor assiduità continuerebbero a "risiedere" all'interno dei server e resi accessibili tramite protocollo http. Considerazioni Finali: La rete delle reti, nata per scopi Militari (ARPA-NET) e mai discostatasi da tali mire, sta creando un ecosistema imprevisto, il quale dara' non pochi grattacapi al VERO POTERE. IRC; ED2K; TORRENT; BITCOIN; WEBTORRENT; OPENBAZAAR; TOR. Sono questi solo alcuni degli strumenti che rivoluzioneranno il futuro di Internet, e lo faranno SENZA seguire le logiche skizofreniche del mercato neoliberista. Gli Hacker del pianeta, sin dagli albori, hanno sempre cercato di creare un'internet decentralizzato ed accessibile da chiunque. E sono ad un passo dalla meta. Giancarlo Algieri 17/02/2017 - SOURCES https://webtorrent.io/ https://instant.io/ https://www.youtube.com/watch?v=3w_6dfqrpzk

Share

Share

Add To

You must login to add videos to your playlists.

Comments (1)

or Register to post comments.

oseido 02/17/2017

IL GIOVANE LAUREATO FEROSS ABOUKHADIJEH E LA SUA CREATURA: WEB TORRENT.
Una rivoluzione senza precedenti per lo streaming audio/video su internet.
WEBTORRENT
Dato alla luce da un giovane laureato di Stanford, sfrutta JavaScript per visualizzare i video ed il protocollo WebRTC per far transitare i dati.
Rappresenta quanto di piu' futuristico e decentralizzato in ambito streaming online di contenuti.
E' un modo per far viaggiare contenuti multimediali più velocemente e "alleggerire" il carico dei server e dei content delivery network di tutto il mondo.

E, a ben vedere, non si tratta affatto di un progetto campato in aria: affiancando le potenzialità e la struttura del protocollo torrent alla versatilità dei web browser è possibile "trasmettere" film e programmi televisivi in Rete sfruttando il peer-to-peer. Questo, infatti, l'obiettivo che si pone lo sviluppatore Feross Aboukhadijeh con il suo progetto WebTorrent.

Che cos'è WebTorrent

Progetto nato nel gennaio 2014 dalla mente di Feross Aboukhadijeh, sviluppatore con una laurea in Scienze informatiche a Stanford, WebTorrent si pone l'obiettivo di implementare le funzionalità del protocollo Torrent all'interno di qualunque browser web oggi esistente. Nello specifico, Aboukhadijeh intende creare un protocollo che si integri nella struttura di quelli già utilizzati e che non richieda l'installazione di alcun plugin o estensione nel proprio browser. In questo modo sarà sufficiente visitare un portale che supporta la teconoligia WebTorrent per entrare a far parte di una rete peer-to-peer dedicata allo streaming di contenuti multimediali.

Realizzato in JavaScript, il protocollo WebTorrent può portare notevoli vantaggi al settore delle web TV; della TV on demand, ma anche e soprattutto per permettere a qualunque cittadino dotato di computer di effettuare uno streaming di file audio/video senza doversi appoggiare a server di terze parti che abbisognano di spazio disco e banda internet molto costosi (VEDI AGORASTREA).

In pratica, WebTorrent fa evolvere la rete "Torrent", la quale fino ad oggi necessitava dell'installazione di un Client Torrent (ad esempio Transmission; µTorrent; Vuze; QBitTorrent) sui computer per scaricare e successivamente visionare i contenuti scaricati. Webtorrent invece funziona direttamente dal browser di navigazione (ed i contenuti possono essere fruiti mentre si stanno scaricando).

Non necessita di installare alcunche' e permette di condividere la banda internet con gli altri utenti mentre si sta visionando un filmato. In pratica sovverte l'attuale sistema della fruizione di contenuti, i quali mettono in difficolta' i grossi server in relazione al grande numero di richieste. WebTorrent Ribalta la situazione, e funziona in maniera egregia proprio quando il numero di utenti che sta visionando contemporaneamente lo stesso contenuto aumenta.

Attraverso la tecnologia WebTorrent Chiunque puo' diventare un erogatore di contenuti, e con la minima spesa di un pc (anche datato), una linea internet standard ed un browser internet. Esiste anche un client di webtorrent, il quale mantiene i file scaricati e permette (una volta avviato) di condividere un po' della propria banda internet con gli utenti che visioneranno i contenuti scaricati in precedenza.

Provate a scaricare ed installare webtorrent da qui (versioni disponibili per os- Mac/Win/Linux)

https://webtorrent.io/desktop/

e dopo andate su "File" , "open Torrent Address" ed incollateci il link legato alla foto sotto (Tasto destro sulla foto, copia indirizzo Link). Un indirizzo MAGNET comincia sempre con "magnet:?"



Se invece volete soltanto guardare in streaming il contenuto, cliccate ad esempio con un browser al link sotto ed attendete alcuni minuti.

https://instant.io/#2f47fe2a451e59ad6bfadc81711a5dbbaf63c067

Se opterete per utilizzare il browser, sappiate che fintanto lo terrete aperto col file in visione, diverrete parte della rete e metterete un po' della vostra banda internet in upload in condivisione con gli altri utenti (In gergo tecnico diventate dei NODI della rete).
Maggiore risultera' il numero di nodi che compongono la rete WebTorrent p2p (peer-to-peer) e più elevata sarà la fluidita' dello streaming dei vari client (utenti) connessi in quel momento.

Come funziona WebTorrent (Spiegazione Tecnica):

WEBTORRENT

Sono due gli elementi necessari al funzionamento dello streaming via WebTorrent: il client in JavaScript realizzato da Aboukhadijeh e il supporto al protocollo WebRTC.

Schema di funzionamento di WebTorrent

Il "client (programma)" è la "porta" che consente agli utenti di interfacciarsi con il mondo Torrent e vedere i contenuti in streaming grazie alla rete peer-to-peer. Una volta implementato all'interno del codice sorgente del proprio sito – un'operazione elementare alla portata di qualunque web master che abbia dimestichezza con il JavaScript – il client WebTorrent si occupa di visualizzare i contenuti multimediali e regolare il "flusso" di traffico generato dal collegamento p2p. Tutto ciò che l'utente – o il gestore del sito – dovrà fare sarà fornire un file torrent (o il link a contenuti peer-to-peer) che possa essere scaricato e condiviso anche da altri nodi della rete.

WebTorrent Come utilizza WebRTC?

Il protocollo WebRTC e' un "ponte" comunicativo che consente lo scambio di dati tra i vari nodi (server, computer, devices connessi) della rete p2p. Ideato da Google (SIC..ndr) e rilasciato sotto codice sorgente opensources, fu ideato per videochiamate e comunicazioni audiovideo sul web (nella fattispece fu creato per il sistema HangOut di G00gl3).

WebRTC è perfetto per gli scopi che Aboukhadijeh si è prefisso di raggiungere con il suo WebTorrent. Questo protocollo VoIP, infatti, si compone di API che consentono di stabilire connessioni p2p e scambiare dati multimediali tra i nodi della rete "paritaria". In questo modo gli utenti di una rete WebTorrent possono scambiare tra di loro dati multimediali senza dover fare riferimento a server o reti di distribuzione centralizzati (Vedi AGORASTREA).

Il futuro di WebTorrent
Anche se al momento il protocollo per lo streaming peer-to-peer è ancora in fase di sviluppo e perfezionamento, sono già diverse le realtà del web che si sono interessate al suo funzionamento. Nell'aprile 2015 Netflix ha pubblicato, sulle pagine del suo sito statunitense, un annuncio di lavoro per esperto WebTorrent: è evidente che il servizio di streaming online sia molto interessato alla nuova tecnologia ideata da Aboukhadijeh. Allo stesso modo, però, anche YouTube e gli altri servizi di streaming online (come Deezer e Spotify, ad esempio) potrebbero essere interessati al protocollo peer-to-peer per ridurre la loro dipendenza da server web e servizi di content delivery network. In questo modo, i contenuti multimediali (video o audio non fa alcuna differenza) avranno una qualità migliore proprio nelle ore di picco, quando il numero di utenti connessi è maggiore rispetto alla media giornaliera, contrariamente a ciò che accade oggi, in cui le ore di picco sono caratterizzate da un generale rallentamento delle velocità di navigazione.

Futuro di WebTorrent

Allo stesso modo, pero', WebTorrent potrebbe interessare anche progetti no profit molto attivi sul web. Lo stesso Aboukhadijeh porta gli esempi di Wikipedia e Internet Archive, che potrebbero sfruttare la rete p2p per ridurre la banda utilizzata quotidianamente e i costi di hosting affidando agli stessi internauti dei "pezzi" dei loro contenuti. Quelli più popolari e visitati con maggior frequenza potrebbero essere affidati alla rete "paritaria" del peer-to-peer, mentre i contenuti visitati con minor assiduità continuerebbero a "risiedere" all'interno dei server e resi accessibili tramite protocollo http.

Considerazioni Finali:

La rete delle reti, nata per scopi Militari (ARPA-NET) e mai discostatasi da tali mire, sta creando un ecosistema imprevisto, il quale dara' non pochi grattacapi al VERO POTERE.
IRC; ED2K; TORRENT; BITCOIN; WEBTORRENT; OPENBAZAAR; TOR. Sono questi solo alcuni degli strumenti che rivoluzioneranno il futuro di Internet, e lo faranno SENZA seguire le logiche skizofreniche del mercato neoliberista.
Gli Hacker del pianeta, sin dagli albori, hanno sempre cercato di creare un'internet decentralizzato ed accessibile da chiunque.
E sono ad un passo dalla meta.

oseido
17/02/2017

-
SOURCES
https://webtorrent.io/
https://instant.io/
https://www.youtube.com/watch?v=3w_6dfqrpzk

AGORASTREA

RACCOLTA FONDI 2017 TERMINATA. OBIETTIVO RAGGIUNTO. 15/GENNAIO/2017"..

RACCOLTA FONDI 2016/2017 TERMINATA POSITIVAMENTE
PER DETTAGLI E STORICO DONATORI ACCEDERE QUI. (REGISTRAZIONE RICHIESTA)

ADVANCED SEARCH / RICERCA AVANZATA


(CANALE AGORASTREA DI P. BARNARD) QUI .CANALE AGORASTREA DI P. BARNARD


SUPPORTA AGORASTREA CON UNA DONAZIONE IN BITCOIN A QUESTO INDIRIZZO

1BwWKDMAFypQw8AvRgfyRrN3wQezWjtxia

BITCOIN DONATION ADDRESS

1BwWKDMAFypQw8AvRgfyRrN3wQezWjtxia

QUESTO SITO VIVE ESCLUSIVAMENTE GRAZIE AD UNA RACCOLTA FONDI ANNUALE.

OGNI ANNO, A GENNAIO, DEVONO ESSERE RACCOLTI BITCOIN PARI LA CIFRA DI 1200 EURO PER PAGARE IL SERVER DI AGORASTREA.

POTETE EFFETTUARE UNA DONAZIONE SEGUENDO LE ISTRUZIONI CHE TROVERETE CLICCANDO QUI.

POTETE CONTROLLARE IN TEMPO REALE IL SALDO (Current Balance) E LO STORICO TRANSAZIONI DEL PORTAFOGLIO (WALLET) IN BITCOIN DI "AGORASTREA" CLICCANDO QUI.

SE AVETE DUBBI O DOMANDE DA FARE RIMANIAMO A DISPOSIZIONE QUI .
DONAZIONE AGORASTREA


POSIZIONI DI BARNARD SULLE DONAZIONI

AUDIO CONFERENZA

SOCIAL NETWORK

SITI CONSIGLIATI


PAOLOBARNARD.INFO
MOTORE DI RICERCA "DUCKDUCKGO"

"NON ERAVAMO I PIIGS. TORNEREMO ITALIA." - PROGRAMMA ME-MMTDI SALVEZZA ECONOMICA PER IL PAESE

DOWNLOAD PDF

SCARICA I CONTENUTI DI AGORASTREA

ESTENSIONE PER FIREFOX
ESTENSIONE PER CHROME

BLOCCA LE PUBBLICITA' SU INTERNET

EVITA DI VISUALIZZARE LE PUBBLICITA' SU SITI CHE NON SE LO MERITANO. UTILIZZA "ADBLOCKPLUS"

(CANALE AGORASTREA DI P. BARNARD) QUI .CANALE AGORASTREA DI P. BARNARD