฿ SALDO RACCOLTA FONDI AGORASTREA 2018. OBIETTIVO: 1400 EURO EQUIVALENTI IN BITCOIN (CIRCA 0.15 BITCOIN) ENTRO IL 08/FEBBRAIO/2018 ฿

฿ PER DETTAGLI SU COME DONARE CLICCATE QUI ฿

ADVANCED SEARCH / RICERCA AVANZATA


LA PLATA, ARGENTINA - 1978

53

0

About

oseido

By: oseido

Date Uploaded: 11/24/2017

Tags: LA PLATA   ARGENTINA   1978  

SU, NON E’ IL RUGBY IN ARGENTINA, 1978. DOBBIAMO SOLO DARCI DA FARE. Claudio Fava, qualcuno lo ricorderà perché non è molto tempo, portò in giro uno spettacolo sulla storia della squadra di rugby argentina Club La Plata nell’anno 1978, in piena dittatura di destra. Una dittatura finanziata da Kissinger e dal Pentagono et al., coi suoi 30.000 desaparecidos torturati a morte o trucidati. La squadra La Plata era composta di ragazzini, alcuni avevano 17 anni… roba che oggi li abbatti col Borotalco, ma quelli di allora non erano così. Erano ribelli, di sinistra, per la democrazia. Trovarono il primo compagno di squadra un giorno, in una discarica, con le mani legate dal filo spinato e un buco in testa. Alla domenica, c’era la partita, il La Plata si presenta e mentre l’arbitro fischia l’inizio loro rimangono immobili per 1 minuto, in segno di lutto. Il secondo giocatore lo trovano torturato e ucciso poco dopo. Alla partita successiva, fischio, ma loro immobili per 2 minuti. La settimana dopo i morti rapiti e trucidati sono 3. Tre minuti d’immobilità al fischio. Ne è sopravvissuto solo uno di loro, alla caduta del regime, su diciotto. Di cosa devi essere fatto, a 17, a 21, a 24 anni per avere un coraggio così? Perché poi non si trattava solo di morire, che già terrorizza, ma di morire dopo 8 ore di dita spezzate con le pinze e scariche ai genitali. Ma loro no, un minuto fermi in campo, due, nove, dodici. Li ammazzarono tutti, meno uno. Oggi è il 24 novembre 2017, possiamo giocare in campo e protestare, lottare, per quello che vogliamo. La sera a casa a cena. Ma praticamente nessuno, su milioni di adulti abili, vuole oggi pagare il prezzo di una condanna pecuniaria, o di un tiepido ‘affidamento in prova’ quando va male, per una lotta. E anche fosse un anno di carcere per salvare la vita nostra e quella dei nostri figli? Allora? Mica è una partita di rugby in argentina 1978… Ma praticamente nessuno lo fa più, neppure se la UE gli sfila il portafogli o il futuro dei bambini, e neppure quando lo farà, molto peggio, Google. Tutti fermi, tantissimi “io farei, ma sai, tengo famiglia”, e Social furenti, ah, quelli certo. Non lamentiamoci per favore. Esiste la decenza ancora? No, chiedo. Sono cose che ho già scritto, portando esempi simili. Ma dobbiamo rifarci, tutti, la più tragica delle domande: PERCHE’ OGGI NESSUNO SA PIU’ LOTTARE? La risposta sta nella pianificazione fatta dalla Camera di Commercio USA nel 1972 e dalla Commissione Trilaterale nel 1975, documentata autorevolmente nel mio saggio Il Più Grande Crimine (2011). Capirono negli anni ‘60 che la gente sapeva lottare e che quando lo faceva, era invincibile. Andavamo disabilitati. E glielo abbiamo permesso, noi, NOI, non i Rothschild. Milioni di noi che... “io farei, ma sai, tengo famiglia”. Club La Plata. -------------- Gli Angeli del Rugby / LA PLATA, ARGENTINA / 2013 TRAILER -------------- Il drammatico racconto di una squadra di rugbisti argentini, ragazzi colti e agiati, provenienti da famiglie benestanti ma formati nella scuola e nell’università pubblica. Spinti dall’allarmante escalation di violenza della dittatura militare di Videla, preoccupati per le sorti del loro paese, si ritrovarono a coniugare passione sportiva e militanza politica. Diciassette di loro scomparvero nel nulla, uno alla volta, in una lunga scia di follia e terrore. "Gli Angeli del Rugby" narra come un gruppo di giovani studenti, rugbisti appassionati, hanno affrontato il regime militare di Videla andando incontro alla morte. -------------- Sport contro dittatura in 'Mar Del Plata' di Claudio Fava -------------- "Mar Del Plata - Gli ‘angeli del Rugby’ che sfidarono il regime argentino", la piece teatrale che Claudio Fava ha tratto dal suo libro 'Mar Del Plata' (Add editore, 2013). L'Argentina che ha subito una delle più brutali dittature militari del secolo scorso, al potere dal 1976 al 1983, dopo il colpo di stato che destituì il governo democraticamente eletto María Estela Martínez de Perón, il cui personaggio centrale è stato Jorge Rafael Videla, presidente de facto tra il 1976 e 1981. "In Argentina hanno avuto molte, troppe storie come questa: 40mila ragazzi sono stati uccisi o sono scomparsi, una generazione è stata decimata -prosegue Fava- Questa è una delle tante storie che faticano ad essere conservate ma resta nella memoria del Paese anche perchè è pervasa dalla forza, la libertà, la passione e il coraggio dello sport contro la miseria, la menzogna e la viltà della dittatura". Lo sport è il rugby e la piece racconta della squadra 'La Plata Rugby', un gruppo di ragazzi che alla fine degli anni ‘70 venne decimato dalla ferocia dei militari di Videla ma nonostante questo rimase in campo a giocare fino alla fine del campionato. Raul Barandiaran, l’unico sopravvissuto a quella tragedia, ancora oggi è il testimone vivente della squadra che decise di correre contro la violenza e l’oppressione". Fava ha conosciuto Raoul: "Per molti anni non ha voluto raccontare quella drammatica vicenda perchè i sopravvissuti si portano sempre dentro un senso di colpa, è quasi un'ulcera questo privilegio di essere rimasti gli unici, ma alla fine questa storia è venuta fuori. Una storia di ragazzi che decidono di giocare fino all'ultima partita, di disobbedire all'ordine della tirannia che pretendeva si ritirassero dal campionato, e uno dopo l'atro vengono puniti con la morta per questa bestemmia, per la scelta di tenere la schiena diritta". SRC: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1955 http://www.adnkronos.com/intrattenimento/spettacolo/2015/10/31/sport-contro-dittatura-mar-del-plata-claudio-fava_ZNv8HCAf90KMKZM8rbOlWN.html?refresh_ce https://www.youtube.com/watch?v=dsBsXbuQJSk

Share

Share

Add To

You must login to add videos to your playlists.

Comments (1)

or Register to post comments.

oseido 11/24/2017

SU, NON E’ IL RUGBY IN ARGENTINA, 1978. DOBBIAMO SOLO DARCI DA FARE.
Gli Angeli del Rugby / LA PLATA, ARGENTINA
Claudio Fava, qualcuno lo ricorderà perché non è molto tempo, portò in giro uno spettacolo sulla storia della squadra di rugby argentina Club La Plata nell’anno 1978, in piena dittatura di destra. Una dittatura finanziata da Kissinger e dal Pentagono et al., coi suoi 30.000 desaparecidos torturati a morte o trucidati.

La squadra La Plata era composta di ragazzini, alcuni avevano 17 anni… roba che oggi li abbatti col Borotalco, ma quelli di allora non erano così. Erano ribelli, di sinistra, per la democrazia. Trovarono il primo compagno di squadra un giorno, in una discarica, con le mani legate dal filo spinato e un buco in testa. Alla domenica, c’era la partita, il La Plata si presenta e mentre l’arbitro fischia l’inizio loro rimangono immobili per 1 minuto, in segno di lutto.

Il secondo giocatore lo trovano torturato e ucciso poco dopo. Alla partita successiva, fischio, ma loro immobili per 2 minuti. La settimana dopo i morti rapiti e trucidati sono 3. Tre minuti d’immobilità al fischio.

Ne è sopravvissuto solo uno di loro, alla caduta del regime, su diciotto.

Di cosa devi essere fatto, a 17, a 21, a 24 anni per avere un coraggio così? Perché poi non si trattava solo di morire, che già terrorizza, ma di morire dopo 8 ore di dita spezzate con le pinze e scariche ai genitali. Ma loro no, un minuto fermi in campo, due, nove, dodici. Li ammazzarono tutti, meno uno.

Oggi è il 24 novembre 2017, possiamo giocare in campo e protestare, lottare, per quello che vogliamo. La sera a casa a cena. Ma praticamente nessuno, su milioni di adulti abili, vuole oggi pagare il prezzo di una condanna pecuniaria, o di un tiepido ‘affidamento in prova’ quando va male, per una lotta. E anche fosse un anno di carcere per salvare la vita nostra e quella dei nostri figli? Allora? Mica è una partita di rugby in argentina 1978…

Ma praticamente nessuno lo fa più, neppure se la UE gli sfila il portafogli o il futuro dei bambini, e neppure quando lo farà, molto peggio, Google. Tutti fermi, tantissimi “io farei, ma sai, tengo famiglia”, e Social furenti, ah, quelli certo. Non lamentiamoci per favore. Esiste la decenza ancora? No, chiedo.

Sono cose che ho già scritto, portando esempi simili. Ma dobbiamo rifarci, tutti, la più tragica delle domande:

PERCHE’ OGGI NESSUNO SA PIU’ LOTTARE?

La risposta sta nella pianificazione fatta dalla Camera di Commercio USA nel 1972 e dalla Commissione Trilaterale nel 1975, documentata autorevolmente nel mio saggio Il Più Grande Crimine (2011). Capirono negli anni ‘60 che la gente sapeva lottare e che quando lo faceva, era invincibile. Andavamo disabilitati.

E glielo abbiamo permesso, noi, NOI, non i Rothschild. Milioni di noi che... “io farei, ma sai, tengo famiglia”.

Club La Plata.

--------------
Gli Angeli del Rugby / LA PLATA, ARGENTINA / 2013 TRAILER
--------------

Il drammatico racconto di una squadra di rugbisti argentini, ragazzi colti e agiati, provenienti da famiglie benestanti ma formati nella scuola e nell’università pubblica. Spinti dall’allarmante escalation di violenza della dittatura militare di Videla, preoccupati per le sorti del loro paese, si ritrovarono a coniugare passione sportiva e militanza politica. Diciassette di loro scomparvero nel nulla, uno alla volta, in una lunga scia di follia e terrore. "Gli Angeli del Rugby" narra come un gruppo di giovani studenti, rugbisti appassionati, hanno affrontato il regime militare di Videla andando incontro alla morte.

--------------
Sport contro dittatura in 'Mar Del Plata' di Claudio Fava
--------------

"Mar Del Plata - Gli ‘angeli del Rugby’ che sfidarono il regime argentino", la piece teatrale che Claudio Fava ha tratto dal suo libro 'Mar Del Plata' (Add editore, 2013).

L'Argentina che ha subito una delle più brutali dittature militari del secolo scorso, al potere dal 1976 al 1983, dopo il colpo di stato che destituì il governo democraticamente eletto María Estela Martínez de Perón, il cui personaggio centrale è stato Jorge Rafael Videla, presidente de facto tra il 1976 e 1981. "In Argentina hanno avuto molte, troppe storie come questa: 40mila ragazzi sono stati uccisi o sono scomparsi, una generazione è stata decimata -prosegue Fava- Questa è una delle tante storie che faticano ad essere conservate ma resta nella memoria del Paese anche perchè è pervasa dalla forza, la libertà, la passione e il coraggio dello sport contro la miseria, la menzogna e la viltà della dittatura".

Lo sport è il rugby e la piece racconta della squadra 'La Plata Rugby', un gruppo di ragazzi che alla fine degli anni ‘70 venne decimato dalla ferocia dei militari di Videla ma nonostante questo rimase in campo a giocare fino alla fine del campionato. Raul Barandiaran, l’unico sopravvissuto a quella tragedia, ancora oggi è il testimone vivente della squadra che decise di correre contro la violenza e l’oppressione". Fava ha conosciuto Raoul: "Per molti anni non ha voluto raccontare quella drammatica vicenda perchè i sopravvissuti si portano sempre dentro un senso di colpa, è quasi un'ulcera questo privilegio di essere rimasti gli unici, ma alla fine questa storia è venuta fuori. Una storia di ragazzi che decidono di giocare fino all'ultima partita, di disobbedire all'ordine della tirannia che pretendeva si ritirassero dal campionato, e uno dopo l'atro vengono puniti con la morta per questa bestemmia, per la scelta di tenere la schiena diritta".

SRC:
http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1955
http://www.adnkronos.com/intrattenimento/spettacolo/2015/10/31/sport-contro-dittatura-mar-del-plata-claudio-fava_ZNv8HCAf90KMKZM8rbOlWN.html?refresh_ce
https://www.youtube.com/watch?v=dsBsXbuQJSk

AGORASTREA

RACCOLTA FONDI 2018 INIZIATA. OBIETTIVO: 1400 EURO EQUIVALENTI IN BITCOIN (CIRCA 0.15 BITCOIN) ENTRO IL 08/FEBBRAIO/2018"..

PER DETTAGLI SU COME SI DONA, CLICCATE QUI
PER DETTAGLI E STORICO DONATORI 2014/2015/2016/2017 ACCEDERE QUI. (REGISTRAZIONE RICHIESTA)

ADVANCED SEARCH / RICERCA AVANZATA


(CANALE AGORASTREA DI P. BARNARD) QUI .CANALE AGORASTREA DI P. BARNARD


SUPPORTA AGORASTREA CON UNA DONAZIONE IN BITCOIN A QUESTO INDIRIZZO

1BwWKDMAFypQw8AvRgfyRrN3wQezWjtxia

BITCOIN DONATION ADDRESS

1BwWKDMAFypQw8AvRgfyRrN3wQezWjtxia

QUESTO SITO VIVE ESCLUSIVAMENTE GRAZIE AD UNA RACCOLTA FONDI ANNUALE.

OGNI ANNO, A FEBBRAIO, DEVONO ESSERE RACCOLTI BITCOIN PARI LA CIFRA DI 1400 EURO PER PAGARE IL SERVER DI AGORASTREA.

POTETE EFFETTUARE UNA DONAZIONE SEGUENDO LE ISTRUZIONI CHE TROVERETE CLICCANDO QUI.

POTETE CONTROLLARE IN TEMPO REALE IL SALDO (Current Balance) E LO STORICO TRANSAZIONI DEL PORTAFOGLIO (WALLET) IN BITCOIN DI "AGORASTREA" CLICCANDO QUI.

SE AVETE DUBBI O DOMANDE DA FARE RIMANIAMO A DISPOSIZIONE QUI .
DONAZIONE AGORASTREA


CHAT INTERNA AGORASTREA

INVITIAMO TUTTI COLORO HANNO A CUORE LA PROPRIA PRIVACY ONLINE, AD UTILIZZARE MASSICCIAMENTE RETROSHARE

POSIZIONI DI BARNARD SULLE DONAZIONI

AUDIO CONFERENZA

PRIVATE SOCIAL NETWORK

SITI CONSIGLIATI


PAOLOBARNARD.INFO
MOTORE DI RICERCA "DUCKDUCKGO"

"NON ERAVAMO I PIIGS. TORNEREMO ITALIA." - PROGRAMMA ME-MMTDI SALVEZZA ECONOMICA PER IL PAESE

DOWNLOAD PDF

SCARICA I CONTENUTI DI AGORASTREA

ESTENSIONE PER FIREFOX
ESTENSIONE PER CHROME

BLOCCA LE PUBBLICITA' SU INTERNET

EVITA DI VISUALIZZARE LE PUBBLICITA' SU SITI CHE NON SE LO MERITANO. UTILIZZA "ADBLOCKPLUS"

(CANALE AGORASTREA DI P. BARNARD) QUI .CANALE AGORASTREA DI P. BARNARD